Incentivi fiscali

Decreto Legge n. 37/2008

Con l’installazione di un nuovo climatizzatore in pompa di calore è possibile recuperare il 50% del costo totale dell’impianto attraverso la detrazione fiscale nella denuncia dei redditi (prorogato per tutto il 2016)



Lo Stato offre un incentivo del 50% per le opere finalizzate al conseguimento di risparmi energetici ed allo sfruttamento di energie rinnovabili.

Chi può fruire delle detrazioni

Tutti i contribuenti assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef) residenti o meno nel territorio dello Stato. L’agevolazione spetta a: – proprietari o nudi proprietari – titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie – locatari o comodatari – soci di cooperative divise e indivise – imprenditori individuali, per gli immobili non rientranti fra i beni strumentali o merce – che producono redditi in forma associata (società semplici, in nome collettivo, in accomandita semplice e soggetti a questi equiparati, imprese familiari), alle stesse condizioni previste per gli imprenditori individuali. – il familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile oggetto dell’intervento, purché sostenga le spese e siano a lui intestati bonifici e fatture

Cosa fare per fruire della detrazione

Per fruire della detrazione è sufficiente, indicare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali identificativi dell’immobile sui quali si sono stati effettuati i lavori. In secondo luogo è necessario esibire e conservare le fatture comprovanti le spese sostenute e le ricevute dei bonifici di pagamento a cui deve essere messa come causale: “BONIFICO AI SENSI DELLA LEGGE DPR 917-1986-TUIR ART. 16BIS (ex 449/97) – ACQUISTO CLIMATIZZATORE INVERTER CON POMPA DI CALORE“

Per la Riqualificazione Energetica gli incentivi statali sono del 65% fino al 31/12/2016

La risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n° 458/E del 1/12/2008 ha stabilito che la detrazione è prevista anche qualora la pompa di calore integri l’impianto esistente di riscaldamento e non lo sostituisca. In questo caso l’intervento è agevolabile solo se comporta una riduzione dei consumi di energia primaria, rientrando nei limiti stabiliti dal DM 11/3/2008 e l’indice di risparmio debba essere calcolato in base al fabbisogno energetico dell’intero edificio e non a quello delle singole porzioni immobiliari.


Contatti

indirizzo

ThermoRoma sas
Via di San Calepodio 39-41
00152, ROMA

telefono

333 8983257


e-mail

thermoromasas@gmail.com